^Back To Top

foto1 foto2 foto3 foto4 foto5

eclil

L'IC Pascoli è capofila di un progetto di E-CLIL (art.29 del d.m. 663 del 2016) in una rete che comprende altre 5 scuole del territorio ionico.

L'ECLIL è un nuovo approccio al CLIL: è “apprendimento integrato di lingua e contenuto, supportato dalle tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione”. Le scuole coinvolte nella rete perseguono lo sviluppo del multilinguismo e si impegnano a fornire occasioni di riflessione e di sperimentazione su come CLIL e ICT possano promuovere lo sviluppo di competenze chiave e di strategie di apprendimento.

Il progetto prevede la formazione dei docenti come momento necessario propedeutico all’inizio dei corsi, l’implementazione dei corsi, il follow up(disseminazione, valutazione, sostenibilità). La rete si sviluppa geograficamente attorno alla città di Taranto e nella sua provincia (Massafra, Crispiano, Palagiano). Tale territorio è fortemente caratterizzato dall’invasiva presenza di grossi stabilimenti industriali (acciaieria ILVA, raffineria ENI), termovalorizzatori e discariche che rendono la questione ambientale, con tutte le sue note conseguenze, un problema aperto e drammaticamente sentito dalla popolazione. Le lezioni di CLIL sono finalizzate a sviluppare questo tema in vari ambiti di insegnamento (scienze, tecnologia, geografia, cittadinanza e costituzione) guidando i discenti alla scoperta del lessico specialistico, alla produzione di prodotti digitali e a farsi promotori verso altri studenti e la società circostante di comportamenti ecosostenibili. 

Nell'IC Pascoli (scuola secondaria di primo grado N.Andria) sono stati attivati due moduli di 20 ore ciascuno di scienze (la Biodiversità) con la partecipazione di due insegnati di lingua inglese e due di scienze.

clil

Foto di alcuni ragazzi coinvolti nel progetto